TORNA INDIETRO 

 

Foto del 

SANTUARIO di S. GERARDO 

che sorge nel territorio della 

Parrocchia di Piedimonte Etneo 

(località San Gerardo)

 

   

       

STORIA DEL SANTUARIO 

di SAN GERARDO

 La frazione "San Gerardo", fa parte del Comune di          Piedimonte Etneo situato alle falde dell'Etna in  provincia di  Catania. La denominazione San Gerardo, dove oggi sorge il Santuario, sostituisce "l'antico" nome della contrada Millicucco. Tale sostituzione si deve ad una signora del luogo, Donna Menica Mazza che, trovata  un' immaginetta del taumaturgo di Majella , chiede la propria guarigione al Santo ed ottenutala racconta ai suoi concittadini e al clero delle visioni celesti avute e dei miracoli operati da San Gerardo.Fu così che Donna Menica inizia a raccogliere i fondi necessari per la realizzazione di una chiesetta dedicata al Santo.Tale costruzione nasce anche grazie al contributo di alcuni emigranti e agli introiti di generi in natura che Donna Menica raccoglie andando di casa in casa in tutti i Paesi del circondario.La prima chiesetta, sorta su terreno, ceduto, gratuitamente, dalla Mazza stessa fu benedetta dall'arciprete Cannavò Rosario il 3 Settembre del 1928.Da allora tutte le domeniche e il l 6 di ogni mese si celebrano le Sante Messe; la piccola chiesetta non è più in grado di accogliere le folle dei devoti, ed è così che si pensa a costruire una Chiesa più grande nell'immediata vicinanza. Sul progetto dell'ingegner Vicari di  Acireale si dà inizio ai lavori per la nuova chiesa che viene ultimata e benedetta il 31 Agosto 1941 dal Vescovo della Diocesi di Acireale Mons.Salvatore Russo che la erige a parrocchia. Il primo parroco è il sacerdote Pappalardo Giuseppe succeduto da Don Carmelino Linguaglossa. Successivamente, (per penuria di sacerdoti), la parrocchia viene soppressa.  I devoti fedeli esprimono il desiderio di elevare la Chiesa a Santuario, ma tale richiesta non viene accettata dal Vescovo a causa della mancanza di strutture adeguate all'accoglienza dei pellegrini che, malgrado ciò, continuano a riempire la Chiesa nel corso delle attività e delle funzioni religiose. Il 16 Ottobre 1999 tale richiesta viene presentata al nuovo Vescovo S.E. Mons.Gristina il quale, constatate la buona volontà dei fedeli, l'imminente arrivo dell'anno giubilare ed essendoci già un terreno in possesso della Chiesa nelle immediate vicinanze, permette la realizzazione di una struttura atta ad accogliere i pellegrini. Lo stesso Vescovo acquista dei prefabbricati per incrementare tale iniziativa. Si incomincia cosi a lavorare al nuovo centro di "accoglienza pellegrini" con l'ausilio di volontari e benefattori a costo di grandi sacrifici, dimostrando gempre disponibilità e collaborazione: tutto il lavoro di privati e di imprese si è svolto alI'insegna dell 'anonimato.  Il 16 Giugno del 2000 alle ore 18:00, S.E. Mons. Gristina, insieme agli amministratori locali e a numerosissimi  fedeli (vedi foto), elèva a SANTUARIO la CHIESA DI SAN GERARDO, benedicendo anche il centro di "accoglienza pellegrini" dove è stata posta la STATUA DELLA MADONNA DEL SORRISO.

LA FESTA Dl SAN GERARDO VIENE CELEBRATA OGNI ANNO L'ULTIMA DOMENICA DI AGOSTO, PRECEDUTA DA UN PELLEGRINAGGIO A PIEDI LA DOMENICA PRECEDENTE E UNA SETTIMANA DI PREPARAZIONE E DI RIFLESSIONI SULLA VITA DEL SANTO.

 

 

 

TORNA INDIETRO